Biostimolanti

BIOSTIMOLANTI è una parola utilizzata da Zhang e Schmidt della Virginia Polytechnic Institute and State University nel 1997 per indicare sostanze che somministrate in piccoole quantità alle piante, sono capaci di promuoverne la crescita.

I prodotti di cui parlavano era acidi umici e estratti di alghe per le loro azioni ormonali.

Nel 2007 Kauffman et al. ha definito i biostimolanti come: “materie diverse dai fertilizzanti che promuovono la crescita della pianta con applicazioni di bassa dosaggi”.

Successivamente i biostimolanti sono stati classificati in 3 gruppi:

  • acidi umici
  • prodotti a base di ormoni
  • amminoacidi

EBIC European Biostimulant Industry Council nel 2013 ha dato la seguete definizione:

“I biostimolanti sono sostanze e/o microrganismi che applicati alla pianta o alla rizosfera stimolano i processi naturali che migliorano l’efficienza d’assorbimento e d’assimilazione dei nutrienti, la tolleranza a stress abiotici e la qualità del prodotto. I biostimolanti non hanno effetti diretti su parassiti e patogeni e quindi non rientrano nella categoria dei pesticidi”.

biostimolante
biostimolante

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi